Storie di mondi

Quel piccolo, impacciato Dio, doveva far qualcosa per far passare il tempo; da quando aveva estinto i dinosauri non aveva più molto da fare, tutto quel gelo e quella calma lo annoiavano, era sempre stato un tipo da climi tropicali, così per incominciare mise fine all’era glaciale. Non s’accontentò, senza che se n’accorgesse successe il finimondo, che era un bel paradosso visto dai suoi occhi: quegli infidi mammiferi, senza più rettili in giro, cominciarono a riprodursi in modo sconsiderato, dopo un pò c’era un certo problema di spazio. Un’altra estinzione di massa la escluse subito, se qualcuno stava guardandolo avrebbe anche potuto pensare che non fosse poi così competente nella creazione di mondi come si vantava, così cercò dei piccoli rimedi, fece evolvere qualcuno di quei piccoli animaletti in grossi predatori, leoni, giaguari, tigri con e senza denti a sciabola, pensava che con quei cattivoni in giro ci sarebbe stato almeno un minimo di calo delle nascite. Così fù, naturalmente, non era mica una divinità per niente Lui, purtroppo non aveva pensato a un sacco di altri animali, pesci, uccelli e sopratutto insetti, si gongolavano nel loro relativo paradiso naturale, per di più, e questo non gli era indifferente, se ne fregavano che ci fosse un Dio che si era dato tanto da fare per crearli. Prese una decisione drastica, accattò degli animali simpatici e pelosi che chiamava scimmie e li fece evolvere, visto poi che gli era avanzato tempo e gli faceva piacere gli infuse coscienza di sè e del divino. Aveva risolto i suoi problemi, certo, a quegli umanoidi non troppo intelligenti ci volle qualche migliaio di anni per organizzarsi, scoprire il fuoco e la ruota, costruire lance e rifugi, ma poi tutto sembrò andare per il meglio. Erano proprio ottimi, mangiavano indiscriminatamente tutti gli altri animali, tagliavano piante e rubavano terre con le loro stupide coltivazioni, ogni tanto quando cominciavano ad essere troppi scatenavano qualche piccola guerra intestina e si trucidavano a vicenda, non ultimo lo adoravano, s’erano inventati molti fantastici nomi per identificarlo, ma la sostanza era che lo consideravano!

Il tempo per un Dio passa in fretta, può capitare che s’assopisca e si distragga anche per qualche millennio, e che quando gli capiti di riguardare al mondo c’ha creato non lo riconosca più: quelle scimmie, insomma quegli umani, come gli piaceva essere chiamati, avevano fatto un casino relativamente grosso, effetto serra, scioglimento dei poli, inquinamento di tutti i generi, guerre non più tanto piccole. Lo adoravano ancora, di questo era contento, ma s’ammazzavano anche per il suo nome, o almeno così dicevano. Un tempo sarebbe intervenuto, un meteora gigante, un diluvio universale, quattro o cinque cavalieri dell’apocalisse, ma non era più così giovane e non faceva più caso a queste bazzecole, durante la sua assenza aveva trovato altri passatempi, s’era divertito a creare buchi neri e stelle doppie, galassie dalle forme improbabili e, non ultimi, altri strani mondi.

Non gli importava più, semplicemente, di quel sassolino lì, in quell’angolo d’universo: se la sbrigassero loro, si diceva e ricominciava a creare.

Annunci

6 comments so far

  1. Andrea on

    Scevri da pregiudizi, cose inattese si scoprono
    nella Genesi, scientificamente posso dire che una di queste è che in origine l’Uomo fosse vegetariano.
    .
    La coscienza di se e di Dio, senza cercare altrove, qui si troverebbe per il realista la prova del Miracolo.
    .
    Neppure il Sole è un Unico Dio, ma esiste un solo Cristo… Lui è il Sassolino:
    “SARO’ CON VOI FINO ALLA FINE DEL MONDO”, Parole dette in Palestina circa duemila anni fà… che bisogno aveva di dirle se tutto a quel tempo era certo e il dubbio non aveva ancora tarlato l’Anima.

  2. Ofyp on

    Ma che bello passare di qui… grazie.

  3. Hertz on

    -> andrea, ieri sera, ero assonnato, ho letto il tuo commento e non l’avevo capito, oggi a mente lucida capisco, e come al solito non posso che essere daccordo.

    -> ofyp, sei troppo gentile 🙂

  4. francesco on

    sono contento di aver scoperto questo luogo, ti lascio un saluto
    (e mi è piaciuta questa storia, mi fa solo un po’ paura la nostra incapacità di sbrigarcela da soli. ma mi sa anche che è l’unica cosa da fare)
    ciao

  5. Hertz on

    un saluto a te, a rileggerci.

  6. marni on

    A me invece piace l’essere slegati dal creatore e dover da soli crescere per tirare fuori la divinità insita in noi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: